Sito ufficiale della pittrice e storica d'arte Elisa Marianini

Vai ai contenuti
Questo è il sito ufficiale della pittrice e storica d'arte

ELISA MARIANINI







DIPINTI IN STILE ANTICO

Le opere in stile antico sono eseguite con tecniche originali del  Quattrocento che prevedono la preparazione in maniera artigianale della tela, dei colori, oltre ad un sapiente studio della composizione e dei vari stili artistici.
La preparazione dell’imprimitura, della tela, del telaio e dei colori cambiano a seconda del soggetto e dell’epoca del dipinto da riprodurre, il quale, spesso è frutto di una libera interpretazione ispirata a  grandi artisti di tutti i periodi. Visita la pagina Creazioni d'Autore



"Si dipinge col cerviello et non con le mani"

Michelangelo Buonarroti


Per gli amanti dell'arte in genere vi invito a visitare il mio Blog
dove troverete anche le spiegazioni delle mie opere contemporanee o a seguirmi su facebook sulla mia pagina personale Elisa Marianini



In questa pagina troverete tutte le informazioni relative alle mie opere, al mio studio, al mio laboratorio e notizie sulle conferenze, sui corsi di storia dell'arte e sui corsi di pittura per vari livelli che organizzo.


"Chi lavora con le mani è un lavoratore, chi lavora con le mani e la testa è un artigiano, chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista."

Francesco D'Assisi

IDEE PER DECORARE LA CASA


Soluzioni di arredo ambienti con la pittura ad encausto come questo termo camino sul quale è rappresentato un camaleonte......una mia creazione dal titolo "Idillicamente opaco"





Trompe l’oeil: idee per decorare la propria casa. Soluzioni per interni ed esterni. Decorazioni murali

Visita la pagina Decorazioni e trompe l'oeil per maggiori informazioni




DIPINTI CONTEMPORANEI

Tali opere sono eseguite con tecniche varie, dall'encausto all'utilizzo di malta, colori acrilici, metallici, iridescenti prodotti artigianalmente.
Questi dipinti sviluppano un concetto di arte contemporanea che lega il figurativo all'astratto e sono ricchi di significati simbolici e allegorici cari all’arte del Rinascimento.
Queste opere esprimono un nuovo umanesimo e per il loro valore altamente decorativo si prestano inoltre ad essere utilizzati per svariati impieghi, quali ad esempio il design di arredi,  borse, tessuti, tendaggi, tappezzerie.

Gli Accessori d'Arte EM oltre ad un valore decorativo custodiscono in  piccolo gli stessi temi dei miei dipinti contemporanei.

A lato due dipinti : L'Abbraccio e Il pozzo profondo

nella pagina Dipinti potete trovare informazioni  e spiegazioni delle mie opere




Ecco uno  degli ultimi lavori legati tema degli acquari...

"e il naufragar m' è dolce in questo mare"
Elisa Marianini
Il Pianeta Blu
Colori metallici e iridescenti, encausto e malta su tela  Mis: cm 120 x 90
Chi vuole guardare bene la terra deve tenersi alla distanza necessaria.
(Italo Calvino)
Il nostro pianeta è un luogo meraviglioso e noi abbiamo il privilegio di abitarlo. La terra è l’unico pianeta del sistema solare, dove grazie al suo particolare clima e alla presenza di acqua, l’uomo può vivere, godendo quotidianamente di un terreno su cui poter coltivare,  di paesaggi meravigliosi da poter ammirare, di un mare dove poter tuffarsi. La nostra Madre Terra, baciata dalla luce del sole, rischiarata nelle notti serene dalla luna, è attorniata dai due astri che rimandano all’universo maschile solare e a quello femminile lunare, ricordandoci l’intima unione degli opposti. Fu la Luna però e non il Sole il primo corpo celeste ad attrarre l’attenzione dei nostri avi sull’esistenza di cicli astronomici. Il Sole a causa del suo bagliore che rende invisibili anche le stelle è possibile contemplarlo solo per pochi minuti, cioè all’alba e al tramonto, mentre i mutamenti della Luna, realizzandosi in tempi brevi  sono facili da osservare. Il fenomeno delle fasi lunari fa sì che l’aspetto della luna cambi regolarmente da quello di una sottile forma di falce a disco pienamente illuminato. La Luna crescente e decrescente è il simbolo del tempo che passa, della vita che scorre ed è stata spesso cantata dai poeti antichi e moderni,  e durante gli anni a noi più recenti, missioni speciali sono partite alla sua scoperta.
La Terra è conosciuta come il pianeta blu, termine che in inglese ha anche il significato di “triste”. Nella cultura americana l’espressione “feeling blue”, letteralmente sentirsi blu, allude al sentirsi triste e blu era anche il colore delle bandiere delle navi quando moriva il capitano o un alto ufficiale. Non  a caso David Bowie nella canzone Space Oddity  “Stranezza Spaziale” - prendendo spunto dalla missione della Nasa “Apollo 11” del 1969 che ha avvicinato l’uomo alla luna -  usa questo termine in riferimento alla Terra proprio per dare una sensazione di malinconia, di tristezza, di abbandono ma anche di serenità,  invitandoci ad una riflessione sulla condizione dell’astronauta, l’uomo che, inconsapevolmente già famoso sulla Terra, si trova spaesato davanti all’immensità  e al silenzio dello spazio vedendo la Terra in lontananza, piccola, blu. Niente sembra in suo potere e ammirando la bellezza che gli si presenta davanti possiamo comprendere la sua emozione. La malinconia, è l’emozione che assale l’uomo in questa circostanza, ma non è sempre da considerarsi negativa, dato che è giusto accogliere in noi un arcobaleno di emozioni, incluse quelle “blu”, o più tristi, perchè ci invitano alla riflessione e a dare un giusto valore a tutte le altre emozioni e cose.  
L’uomo guardando da distanza il nostro pianeta riesce a capire la sua bellezza e fragilità. Satelliti artificiali ci restituiscono quotidianamente immagini straordinarie e preoccupanti allo stesso tempo. Spesso, gli interventi umani sull’ambiente sono un pericolo distruttivo per le forme di vita e costituiscono occasioni di malattia e di morte per l’uomo stesso.  Correggendo il nostro comportamento possiamo contribuire a salvare la Terra garantendo il benessere anche alle generazioni future. Astronauti e ambientalisti stanno lavorando assieme, poiché attraverso la divulgazione della conoscenza scientifica a livello internazionale, con apposite iniziative e con l'impegno è possibile agire per la salvaguardia del nostro pianeta e dell’ambiente. Il destino della Terra dovrebbe essere nei cuori di tutti, poiché quello che facciamo oggi può contribuire a salvare il nostro pianeta blu, mentre tutto quello che non facciamo o peggio che facciamo senza alcun criterio può incalzare la catastrofe ambientale. Pascoli vede le stelle cadenti come il pianto del cielo su questa terra “atomo opaco del Male”, e ancora più toccanti sono le parole del filosofo argentino  Borges: “All'allievo che gli chiede se esiste il Paradiso, il maestro Paracelso risponde che il Paradiso esiste ed è questa nostra Terra. Ma esiste anche l’Inferno, e consiste nel non accorgersi che viviamo in un Paradiso”.
Elisa Marianini
 
 
Il mondo in cammino
 
 
Encausto, malta, colori a cera metallici e iridescenti su mdf
 
 
Mis: cm 80 x 230
 
 
Il tema di questo dipinto è un viaggio attraverso l’arte dall’antichità ad oggi, partendo dalla rigogliosa Venere che richiama la fecondità del periodo paleolitico approdiamo allo sterile taglio di Fontana. L’arte ha sempre occupato un posto di grande importanza, ma gli scopi che gli artisti si sono posti, sono stati i più diversi, come ad esempio illustrare, documentare per far partecipe chi guarda l’opera d’arte, per promuovere, celebrare ruoli diversi nella società, ribadadendo gerarchie, per legittimare a volte un potere e raccogliere consenso intorno ad esso. L’arte ha  avuto scopo propiziatorio, ha convinto, ha spiegato, ha sedotto. Un viaggio che fa riflettere su come sia cambiato nel tempo il ruolo dell’uomo nel mondo e la sua visione nei riguardi di esso attraverso la sua espressione artistica.
 
Il dipinto è visto quindi come un’allegoria del cammino della vita, dove in un arco di tempo si è stati più o meno capaci a trovare il coraggio necessario per affrontarla. Al paleolitico risalgono le figurazioni così sinteticamente e intensamente espressive di animali selvatici graffiti dipinti sulle pareti e sulle volte delle grotte naturali, con finalità magica e propiziatoria, come le formose Veneri. L’uomo inizia a rappresentare anche se stesso, la propria compagna, i propri figli, il proprio gruppo sociale, con sempre maggiore realismo dovuto ad una sempre più evidente conoscenza di sé e degli altri.
 
L’arte e la cultura egizia esprimono il sentimento religioso di un popolo sostenuto da un forte attaccamento alla tradizione, lasciando in secondo piano l’uomo inteso come singolo, per celebrare invece le divinità. Gli Egizi resteranno fedeli alla loro idea di figura umana per tutta la durata della loro storia artistica utilizzando precise regole di rappresentazione: viso, gambe e braccia di profilo, occhio e busto di fronte a mostrare l'ampiezza delle spalle.
 
Nell’arte greca viene celebratato il “bello” come segno equivalente di “buono”, come indice di una natura divina o semidivina. Il corpo è nudo perchè mostra la propria aristocratica virtù, la propria capacità di trionfare come atleta e come eroe. La figura umana è vista come suprema forza della natura, vera e propria “misura di tutte le cose”. La figura umana considerata la più eletta delle forme naturali è la più prossima alla perfezione ideale, poiché essa riassume anche nell’armonia delle proprie forme, l’infinita armonia del cosmo. Al contrario dei Greci, pur partendo dalla loro arte, i Romani sono un popolo più pratico che produce opere di ingegneria civile, come strade, ponti, acquedotti. I cittadini romani sono militari e politici: ogni loro attività è finalizzata alle esigenze di dominio, sia privato che statale. Ciò che quindi prevale nelle loro testimonianze artistiche sono gli aspetti tecnici e pratici, oppure celebrativi, come avviene ad esempio nella colonna Traiana, celebrativa del potere dell’imperatore  attraverso un rilievo storico che col suo carattere narrativo continuo, fu la prima vera manifestazione di uno stile romano. L’arte quindi è uno strumento del potere per il potere. In una fascia che si snoda a spirale per più di 200 m. sulla superficie della colonna vengono narrate le vicende della guerra vittoriosa dei Romani sui Daci.
 
Caduto l’impero romano, l'unica forza unitaria di riferimento è il Cristianesimo che anche nell’espressione artistica lascia il suo segno inconfondibile. Tutta l’arte fino al Rinascimento trova i suoi soggetti nella dottrina cristiana. Questo periodo è caratterizzato dall’arte ravennate, bizantina, franca, longobarda, ottomana, sveva, gotica, romanica. Nel Quattrocento l’uomo scopre che la bellezza del corpo umano ha anche, come tutta la natura, un fondamento matematico e poggia su precise proporzioni. L’iniziatore di questo modo di pensare è Leonardo da Vinci, il quale riesce a portare nell’immagine dell’uomo la sua natura non visibile, esprimendo quell’interiorità celata nell’esteriorità. Lui farà emergere il profondo attraverso la superficie. Egli afferma che l’uomo è “quella cosa che contiene in sé più universalità e varietà di cose”. L’uomo, eroe e dominatore, è nodo e raccordo tra gli elementi della natura e le conoscenze più disparate. L’uomo può aspirare ad essere quel ponte di collegamento tra la materia e lo spirito che da sempre egli ricerca.
 
Il periodo del Manierismo prima, e del Barocco poi, tenta di escludere dalla ricerca il bello, per puntare al vero, e se finora i canoni e l’anatomia avevano convissuto assieme, d’ora in poi i canoni perdono importanza, non esistono più regole. L’artista è il creatore delle proprie regole. Le figurazioni sono a metà strada tra la luce della grazia e l’ombra del peccato, trionfa una sensualità di grande impatto, come modello i poveri, quelli veri, fanno la loro comparsa per animare scene di santi e di beatificazioni.
 
Passando dal Neoclassicismo e dal Romanticismo ci si avvia poi sempre più verso la realtà sociale e la natura. Nell’Ottocento l’impatto realistico e il riferimento alla realtà si fa più forte e, soprattutto, l’artista riesce a fare a meno di giustificazioni religiose o mitologiche. I movimenti del Novecento furono però generati da un clima di profondo travaglio culturale, sociale, morale e dalle crisi politiche che portano a conflitti e guerre. L’arte si sfalda, suddividendosi in molte direttrici indipendenti, riflettendo il disorientamento che la psicanalisi ha portato nel panorama culturale dell’inizio del secolo. La scoperta, nella geografia dell’anima di regioni sommerse, nascoste, oscure, incontrollabili come  l’inconscio, smuove le fondamenta di ogni certezza, i punti saldi su cui si era ancorata la società. In campo formale ciò equivale al dissolvimento definitivo dell’armonia, della proporzione, della simmetria e della prospettiva che avevano imperato per secoli. L’espressionismo si pone in linea con il fauvismo e si fa interprete delle angosce dell’uomo, avverte il peso della grande tragedia della prima guerra mondiale e deforma i corpi, facendo un uso violento del colore per restituirci i turbati stati d’animo dell’uomo. Visioni che nascono e si legittimano integralmente in quel “vedere interno” che gli espressionisti oppongono polemicamente al “vedere esterno” della realtà percepibile promosso poco tempo prima dai realisti e dagli impressionisti. Il corpo, pur conservando  aspetti di riconoscibilità, è solo un pretesto per esprimere l’interiorità e i suoi fantasmi.
 
Il quadro di Pablo Picasso Guernica, è la risposta più esplicita alle atrocità commesse. Guernica è il primo deciso intervento della cultura nella lotta politica. D’ora in poi gli intellettuali eserciteranno una forma di pressione sempre più forte sui governi, là dove la democrazia viene spesso calpestata o è in pericolo. In Guernica, non c'è colore, ma solo bianco, grigio e nero; non c’è rilievo, ed eliminare il rilievo e il colore significa tagliare il rapporto dell’uomo con il mondo, significa che non c’è più natura né più vita.  
 
Dalì si rifugia in un altro mondo, surreale. La persistenza della memoria raffigura una terra deserta dominata dalla presenza di alcuni orologi molli, dalla consistenza quasi fluida, simboli dell'elasticità del tempo.
 
Gli astrattisti tolgono ogni riferimento alla realtà,  procedono in maniera totalmente autonoma rispetto alle forme reali, per cercare e trovare forme ed immagini del tutto inedite e diverse da quelle già esistenti per suscitare emozioni interiori, utilizzando solo la capacità dei colori di trasmettere delle sensazioni.
 
Per Pollock il mondo appare sempre più senza via d’uscita, la vita è un labirito dove nessun filo di Arianna lo aiuterà  a ritrovare la strada e lo condurrà fuori da esso, in un luogo sicuro, in un porto tranquillo. Il groviglio della matassa è troppo intricato e essa non si dipana.
 
I Concetti – Spaziali – Attese  di Fontana ricercano la terza dimensione: egli lavora con tagli verticali e buchi, che gli offrono la possibilità di mettere in relazione la superficie della tela con lo spazio. Lo spazio ha una propria fisicità, non è vuoto, ma è materia: è una superficie attraversata dalla luce. L’attesa è il tempo dell’assenza, che presuppone un presente e un futuro. Si apre la strada ad un’arte concettuale, e ciò che sta dietro a una di queste opere è la parte più importante. L’operazione artistica consiste nello sfondamento della tela, attraverso un taglio creato nella materia. La tela adesso è lacerata da uno o più squarci verticali, che invece di indicare distruzione suggeriscono piuttosto delle possibili aperture verso l’altrove, verso un’altra dimensione oltre i limiti imposti dalla piattezza del dipinto. L’arte ha perso qualsiasi funzione figurativa, ma il dipinto contiene un passaggio verso un'altra dimensione.  Che sia una via di fuga?


Fasi di lavorazione  e creazione di un dipinto
pittura con tempero all'uovo, invecchiatura con velinatura-stiratura, finitura
Vuoi un’idea per un regalo di laurea, compleanno, matrimonio o qualsiasi altro evento speciale?
Un regalo originale e artistico che faccia la differenza lo trovi da Atelier Elisa Marianini.  

Le possibilità di scelta sono molteplici e per tutti i prezzi: dipinti ad encausto,  riproduzioni di dipinti d’autore di opere antiche, moderne e contemporanee, ritratti, disegni  a china, acquerello, carboncino, accessori d’arte EM come cornici, collane, orecchini, decorazioni su oggetti e tessuti personalizzati. Oppure puoi regalare anche  corsi di storia dell’arte e di tecniche artistiche con lezioni individuali o collettive per tutti i livelli o ancora visite guidate personalizzate alla scoperta del territorio del Mugello  o di Firenze. Vista la situazione di “emergenza covid” i miei prezzi sono bloccati da mesi e sono previsti sconti e agevolazioni per chi desidera promuovere e regalare cultura e arte!!!
DIDATTICA A DISTANZA...CONTINUANO I MIEI CORSI di STORIA dell'ARTE e TECNICHE ARTISTICHE

Se avete voglia di arte in questo periodo di corona virus ho pensato di fare dei corsi di 10 lezioni sia di tecniche artistiche che di storia dell'arte a distanza utilizzando la piattaforma zoom. Se non la conoscete é facile da usare. Se siete interessati di seguito trovate tutti gli argomenti delle lezioni, quelle di arte saranno di 60 minuti e quelle di tecniche artistiche di un'ora e mezza.

Lezioni di Tecniche artistiche e di Storia dell’Arte a distanza su zoom

Lezioni di tecniche artistiche: inizio del corso MARTEDI 28 luglio ore 21.00 (lezione 1 ora e mezzo/2 ore)

Costo totale del corso 50€ (10 lezioni a 5 € cadauna)
- possibilità di scelta di seguire anche solo singole lezioni al costo di 8 € cadauna
- oppure possibilità di frequentare solo metà corso con n° 5 lezioni - consecutive o non consecutive - al costo di 30€, dichiarando le lezioni scelte alle quali si intende partecipare

1) La tecnica dell'acquerello: dipingere il mare.
2) La tecnica dell'acquerello: dipingere gli animali.
3) La tecnica dell'acquerello: dipingere le architetture.
4) La linea, il volume, il ritmo, la simmetria  e il colore.
5) Disegnare a mano libera un volto proporzionato di tre/quarti.
6) La matita, la grafite, il carboncino e la sanguigna.
7) Le matite colorate, i pennarelli e la penna a sfera.
8) I pastelli cerosi, oleosi, cretosi e i gessetti. Tecnica del graffito con i pastelli a cera.
9) Gli inchiostri e la tecnica della china lavata.
10) Il frottage,  il collage,  il mosaico e la cartapesta.

 
Lezioni di Storia dell'arte: inizio del corso GIOVEDI 30 luglio ore 21.00 (1 ora)

Costo totale del corso 50€ (10 lezioni a 5 € cadauna)
- possibilità di scelta di seguire solo singole lezioni al costo di 7 € cadauna
- oppure possibilità di prendere parte a metà corso con n° 5 lezioni - consecutive o non consecutive - al costo di 30€, dichiarando le lezioni scelte

1) Il Romanico e il Gotico: dalla severità religiosa alla vertigine dello spazio infinito.
2) Il Beato Angelico e il Convento di San Marco.
3) I simboli nell’arte e l’iconografia della morte.
4) Iconografia cristiana, come riconoscere i santi.
5) L’arte veneziana e i più importanti pittori dell’area veneta.
6) Leonardo da Vinci “genio universale” del Rinascimento.
7) Michelangelo Buonarroti, protagonista del Rinascimento.
8) Raffaello Sanzio “il divino”.
9) Le donne impressioniste.
10) Amedeo Modigliani e l’École de Paris.

Per chi fosse interessato a partecipare può iscriversi ai corsi che si svolgeranno sempre su zoom con le stesse modalità accedendo con le credenziali, indirizzo Id e password, che saranno inviati agli iscritti i giorni delle relative lezioni.
Le lezioni avranno una cadenza settimanale, salvo cause di forza maggiore o imprevisti che potrebbero far slittare la lezione, di cui sarà comunque reso nota per tempo l'impossibilità di svolgimento.
Le lezioni saranno comunque registrate e ci sarà possibilità di rivederle o ricevere il video relativo con we trasfer qualora uno fosse impossibilitato a prenderne parte.
I corsi partiranno con un minimo di 10 iscritti.
Le lezioni di tecniche artistiche avranno come massimo 20 partecipanti per poter seguire al meglio tutti gli iscritti al corso, inoltre, di volta in volta saranno indicati tutti i materiali necessari per le singole lezioni.
Le modalità di iscrizione e pagamento possono essere effettute in sede, presso il mio studio, o per chi preferisce o chi necessariamente si trova lontano  può eseguire un bonifico bancario.
Coordinate bancarie per il pagamento con bonifico:
Elisa Marianini  Banco Fiorentino Mugello Impruneta e Signa Agenzia di Borgo San Lorenzo (FI)
IBAN: IT84Y0832537751000000020662  BIC: ICRAITRR910

I
CORSI DI DISEGNO E PITTURA PER VARI LIVELLI

I corsi sono aperti a tutti, anche a chi non ha mai disegnato o dipinto. L’obiettivo dei diversi corsi è la scoperta delle qualità interpretative di ognuno. Possibilità di scelta tra vari orari e tipologie di lezioni, anche singole e mirate alle esigenze di ognuno. Posti limitati.

Luogo:
Atelier Elisa Marianini Loc. La Torre, 14/h Via provinciale sp 551, Scarperia San Piero (FI) 50038

Durata corso: 10 lezioni (20 ore), una lezione a settimana di 2 ore
Orario: lunedì 17,00/19,00 o giovedì 21,00/23,00 (le prime 4 lezioni si svolgeranno il meroledì)

INIZIO PROSSIMI CORSI LUNEDI' 14 SETTEMBRE 2020 e MERCOLEDI' 16 SETTEMBRE 2020

Per informazioni: Elisa Marianini cell. 3392933799

consultate la pagina del sito CORSI DI DISEGNO, PITTURA E ARTE

Servizio su "La Toscana Nuova" dicembre 2018 pp.18/19

In anteprima vi propongo una foto panoramica (©Studio Noferini) della Galleria in Scarperia e per chi fosse interessato può nello specifico visitare la sezione dipinti del presente sito per ricevere informazioni su tutte le opere e la loro poetica.
GIOIELLI D'AUTORE FIRMATI ELISA MARIANINI

Scopri la collezione di Gioielli ad encausto e colori metallici preparati artigianalmente firmati Elisa Marianini

interamente fatti a mano ... a portata di mano

manufatti unici che danno un tocco di originalità...per persone speciali, ordinazioni anche su commissione, idee regalo
Accessori d’Arte EM

Certificato di creazione originale
dell’artista Elisa Marianini
con encausto  e colori iridescenti

portfolio Accessorid'Arte EM

Visita anche la pagina del sito

IL MIO PENSIERO SU ...

articoli di Elisa Marianini di storia dell'arte, critica d'arte e tutela e valorizzazione dei beni culturali

VISITE STORICO-ARTISTICHE SU FIRENZE

Per Informazioni su costi ed orari potete contattarmi al cell. 3392933799 oppure mail: elisamarianini@tiscali.it
Per UFFIZI e GALLERIA dell’ACCADEMIA prenotazione obbligatoria per evitare code
Possibilità di richiedere visite specifiche anche non contemplate nell'elenco fornito e fuori dagli  itinerari più battuti
Possibilità di visitare il laboratorio artistico di Via del Porcellana, 39/r a Firenze o la sede Atelier studio artistico del Mugello

Gli itinerari a tema proposti sono pensati per chi può dedicare più tempo all'arte in un percorso artistico davvero speciale itineraries in English

per maggiori informazioni su tutti gli itinerari consultare la pagina




Corsi di storia dell'arte

Il mio prossimo corso di Storia dell'Arte in collaborazione con l'Auser  di Borgo San Lorenzo  che doveva iniziare a aprile 2020 verrà rimandato al 2021 e sarà dedicato


ALLA SCOPERTA DEL CENTRO STORICO DI PRATO


Il corso si prefigge di portare a conoscenza il patrimonio  artistico di Prato, città situata vicino a Firenze, luogo altrettanto importante per arte, storia e cultura, presenti nel ricchissimo tessuto urbano. All’interno del Duomo dedicato a santo Stefano si respirano austerità, bellezza e sacralità, in esso è custodita la reliquia della Sacra Cintola della Madonna, con i relativi affreschi. Scopriremo un luogo ricco di testimonianze artistiche dall’epoca medievale all’arte contemporanea.
Il corso di tre lezioni è propedeutico per la visita guidata che si svolgerà, subito dopo la fine del corso, all’interno della Basilica di santo Stefano e del Museo Civico.

Il programma di massima sarà il seguente:



1. “Prato attraverso i secoli: una città ricca di testimonianze artistiche di altissimo livello”

2. “La Basilica di Santo Stefano attraverso i secoli e il Museo dell’Opera del Duomo”

3. “Il Museo Civico di Prato”




Inizio del corso: 2021

Numero lezioni: 3 lezioni + 1 visita guidata

Orario: il martedì  dalle 21.00 alle 22.40

Sede del corso: Biblioteca Borgo San Lorenzo (FI)

iscrizioni in biblioteca






Il mio prossimo corso di Storia dell'Arte in collaborazione con l'Auser  di Barberino di Mugello  doveva iniziare a marzo 2020 ma è rimandato al 2021 e sarà dedicato a

  
  
Santa Maria Novella, i chiostri, la Farmacia e la piazza


Il corso di tre lezioni ed una visita guidata condurrà alla scoperta dei una delle chiese più rappresentative di Firenze, che custodisce opere d’arte straordinarie, dai Crocifissi di Giotto e Brunelleschi, alla Trinità di Masaccio, agli affreschi di Domenico Ghirlandaio, Andrea di Buonaiuto, Paolo Uccello. Luogo sacro custodito dai Domenicani che comprende anche  un’antica Farmacia. Oltre alle necessarie informazioni iconografiche e iconologiche relative alle opere presenti sarà considerata la storia di questo importante luogo di fede.
  
Il programma di massima sarà il seguente:

  

  1. La piazza  di Santa Maria Novella e  i suoi dintorni”

  1. La Chiesa di Santa Maria Novella”

  1. I chiostri e la Farmacia”



Inizio del corso:  IL CORSO E' STATO RIMANDATO IN LINEA CON LE DIRETTIVE DEL GOVERNO per emergenza CORONA VIRUS, previsto svolgimento nel 2021

Numero lezioni: 3 lezioni + 1 visita guidata

Orario: il sabato dalle 15.00 alle 16.30

Sede del corso: Centro Civico Piazza Vespucci Barberino di Mugello (FI)

iscrizioni in biblioteca






Il corso di Tecniche artistiche in collaborazione con l'Auser  di Borgo San Lorenzo  iniziato a febbraio 2020 dedicato a

IL DISEGNO e l'ACQUERELLO: tecniche e strumenti

riprenderà dopo l'interruzione per COVID il

13 ottobre 2020


Orario: il martedì dalle 21.00 alle 23.00

Sede del corso: Sede PROFORMA, Piazza Martin Luther King, 4 - Borgo San Lorenzo (FI)




  
CORSO DI DISEGNO e ACQUERELLO
                                 
                                                           8 lezioni

Il corso si prefigge di portare a conoscenza la tecnica del disegno e dell’acquerello, cioè l'apprendimento di varie tecniche attraverso limitazione mostrando con l'esecuzione pratica i vari procedimenti e passaggi per creare disegni e dipinti a partire da modelli soggeriti dall’insegnante. Si vedranno anche le relative applicazioni in vari soggetti: paesaggio, fiori, natura morta, figura.

Docente: ELISA MARIANINI      3392933799  http://www.elisamarianini.it

Il programma di massima sarà il seguente:


Disegno e acquerello:
Fondamenti e principi di base
Schizzo
Le tecniche del disegno: matita, carboncino, sanguigna, pastello, china
Cenni di prospettiva
La campitura piatta
La sfumatura
Studi delle proporzioni
Disegno come progetto e disegno come espressione.

Preparazione della carta

Combinazione di colori e sfumature

 
 
Materiali:

Lapis varie durezze( H HB 2H 2B  4 B 6B, EE), righello, squadra, gomma da cancellare, temperino, nastro carta adesiva, blocco da disegno o fogli classici per disegno A4 (cm 33 x 48) lisci o ruvidi. Una tavoletta da usare come supporto per disegnare di dimensioni di circa cm 60 x 60. Confezione di acquerelli con pennelli a punta e piatti, blocco con carta da acquerelli. Altro materiale sarà indicato a lezione.
Bottega d’arte e restauro: Via del Porcellana, 39/b, 50123 Firenze Tel: 055-219250
Studio artistico: Traversa del Mugello SP 551, Via Provinciale 14h, 50038 Scarperia San Piero (FI)
Torna ai contenuti